Certe cose per fortuna non cambiano e anzi, se possibile, migliorano. Dopo tanto tempo arrivo alla bottega di paese, ma un paese piccolo piccolo. Una bottega rifornita di un po’ di tutto, posta in un punto strategico, dove la qualità ha la selezione all’ingresso, non a caso era la preferita di mamma. Spesso l’accompagnavo a comprare, era lei che sceglieva senza indugi mentre io mi godevo i profumi del pane, della frutta e della verdura fresca. Quelle albicocche polpose e le prugne goccia d’oro, succose e zuccherine, sembrano proprio quelle di allora. Persino il pan focaccia mi fa l’occhiolino ricordandomi certe scorpacciate. Quando compravamo più cose e le borse di facevano pesanti, qualcuno non mancava mai di aiutarci a caricarle in macchina. Parcheggio sulla piccola terrazza vista mare dove da un po’ di anni ormai, da quando hanno aperto anche il bar, si può bere una bibita o prendere un aperitivo prima di rincasare. Non perderò certo l’occasione la prossima volta… All’ingresso leggo su una lavagna e apprendo con entusiasmo che adesso si fanno arrivare il gelato da una nota gelateria, ho già l’acquolina e da golosa che sono apprezzo la novità, è così che sarebbe auspicabile veder evolvere i piccoli negozi di campagna! Ma la sorpresa più grande è vedere poi sugli scaffali anche i dolci di una delle pasticcerie da me più amate, del profondo entroterra Ligure. Non perdo tempo e infilo nel carrellino un sacchettino di squisiti baci di dama! Riscopro il piacere di fare la spesa vedendo comparire la parola “nostrano” con una buona frequenza sui cartellini di frutta e verdura, una garanzia che si rivela nel piatto quando senti veri profumi e assapori gusti autentici. La mano che ti serve, lontano dalla frenesia della città, non carica la bilancia più di quanto tu necessiti solo per far tornare i conti a fine giornata (al grido di “che faccio, lasciooo?!”), ma sceglie con cura le primizie migliori, quasi aspettandosi che sia tu a indicare i frutti che desideri uno per uno. Non sono più abituata a questa calma e mi rilasso nel vedere come i miei acquisti non vengano lanciati nervosamente nel sacchetto di carta, che mi viene gentilmente mostrato per sapere se va bene. Certe cose per fortuna non cambiano, se possibile migliorano e qui oggi ne ho la più ampia dimostrazione. Mi si spalanca il cuore. Esiste ancora la piccola bottega di paese, che negli anni si è ingrandita ed evoluta, dove puoi trovare tante cose buone e un saluto gentile. La famiglia è sempre la stessa, mi conoscono fin da piccola. Qualcuno non c’è più, c’è qualcuno di nuovo, così è la vita. Due chiacchiere alla cassa e una rivelazione da parte mia, con la promessa che ci vedremo più spesso, prossimamente. Riponendo la mia spesa, affermo speranzosa “Penso che la mamma sarebbe contenta…”, dall’altra parte un ampio cenno di approvazione: “La mamma È contenta! Benvenuta …”. Esco soddisfatta con le mie borse, dove tra i sacchetti di bontà inizia a spuntare l’emozione della novità, del cambiamento, di qualcosa di nuovo che si realizza ritornando a riallacciarsi ad antiche radici, con la rassicurazione che a volte, quando torni, certe cose sono ancora lì ad aspettarti.

Alimentari Casaretto, località San Pietro, Zoagli (GE)

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Follow by Email
TWITTER

0 Comments

Leave a Comment