Capita a volte un po’ di malinconia, qualche incertezza, ma basta poco per far ritrovare il sorriso e preparare una colazione allegra, con il profumo dei pancake che si sprigiona dal padellino, aiuta le endorfine a far tornare un po’ di buonumore!

La preparazione di questi pancake è davvero molto semplice e consente di prepararli la mattina stessa, alzandosi un pochino prima, gli altri si possono tenere per un giorno in frigo e scaldare la mattina successiva oppure congelare per future colazioni speciali! La guarnizione classica è lo sciroppo d’acero, ma potete scegliere tra miele, marmellata ai frutti di bosco o al mirtillo, magari una coulis fresca di lamponi frullati al momento con poco zucchero, un filo di panna fresca da montare e granella di nocciole tostate!

Ingredienti: 150 ml di latte, 1 uovo, 3 cucchiai di zucchero, 100 g di farina, vaniglia*, 1/2 bustina di lievito in polvere, sale, burro per ungere (*vanillina, essenza in gocce o ancor più speciali saranno coi semini della bacca! In un ipermercato ero riuscita a trovare persino le bustine dei profumati semini!) Preparazione: in una terrina mettere la farina con un pizzico di sale, lo zucchero e l’aroma di vaniglia, unire l’uovo mescolando bene e aggiungere man mano il latte fino a ottenere un impasto liscio. Far riposare 20 minuti. Scaldare una padella antiaderente unta con poco burro, versare in piccole quantità la pastella e cuocere a fiamma bassa, girando i pancake appena si gonfiano e risultano cotti alla base.

Trucchetti: io uso la padella da crepes, la ungo con poco burro spalmandolo con un pezzo di carta da cucina una volta che si è fuso, poi verso l’impasto con un mestolo piccolo (non pieno) quel tanto da ottenere dei piccoli pancake da circa 10 cm di diametro. Questo mi permette di cuocerne due alla volta. Se l’impasto tende ad allargarsi troppo sulla padella con il rischio di fare unire due pancake o perdere la forma rotonda, con l’aiuto di una spatolina di legno aiutatevi a regolare la forma spostando delicatamente l’impasto che cola ai lati, se la padella è calda il giusto non sarà difficile questa operazione perchè l’impasto risulterà “docile”, malleabile. Se volete pancake dalla forma perfetta potete ungere un disco di acciaio del giusto diametro (come un coppapasta o un taglia biscotti), poggiarlo sulla padella e versare dentro l’impasto, non troppo mi raccomando perchè non vengano troppo alti. Con un guanto da forno sollevate delicatamente lo stampo aiutandovi con la spatola a far scivolare giù il pancake per poi girarlo, non sarà più necessario a quel punto lo stampo che vi aiuta a dare la forma durante la cottura del primo lato. E’ possibile che il bordo dello stampo necessiti di una pulizia tra un pancake e l’altro e una nuova passata di poco burro. E’ più difficile a dirsi che a farsi. Poi sarà solo un tripudio per le papille gustative!

Please follow and like us:

0 Comments

Leave a Comment