Son Luigino, il Cardellino,
son vestito da Arlecchino
e quest’anno, pur di poco,
il mio nido io trasloco.
Stavo bene sul ciliegio,
c’era cibo e tanta quiete
ma mia moglie cerca il pregio
tra le fronde dell’abete.
E così, per risparmiare,
prendo il vecchio nido secco,
presto presto devo fare
sennò lei ci mette becco!

Val Maira, giugno 2020.
Questa filastrocca per descrivere (seppur in maniera ironica) la scena veramente osservata, questo splendido cardellino sembrava a prima vista costruire il nido, ma osservando attentamente ho visto che, invece, arrivava a becco vuoto e raccoglieva il materiale di un nido vecchio per costruirsi quello nuovo pochi alberi più distante!

Please follow and like us:

0 Comments

Leave a Comment