La bellissima foto di copertina è di Cesare Malatesta, un ragazzo che abita nel mio paesino e che una notte è partito per andare a fare questo scatto sensazionale, la cometa Neowise sui monti del Tigullio, all’alba… niente di meno che dalla platea del borgo marinaro di Portofino. Ecco, di recente avevo già visto un paio di foto con la Neowise… volete sapere la mia reazione? “Bella foto, bella foto…” commentavo con lo sguardo distratto e svogliato; solo in seguito mi sono come svegliata da un insolito torpore e ho finalmente realizzato: una comeeetaaa!?! Ma è meraviglioso! Avevo visto la Hale Bopp tanti anni fa, rimanendone affascinata, come tutti. E adesso mi sono resa conto di come, tutta presa dal lavoro, dalle api, l’orto e non ultimo lo stress quotidiano che ci regalano le nostre “favolose” autostrade, io stessi per perdermi con tanta leggerezza questo spettacolo così raro! Così, questa sera, siamo saliti sulle nostre alture a piedi, passando dal bosco. Muniti di torce e di cibo e buon vino, inclusi i ripieni fatti con le nostre zucchine finalmente di una dimensione appropriata 😅, siamo arrivati fino al Monte Anchetta per godere del tramonto e aspettare il buio, nella speranza di vedere la cometa. Abbiamo anche incontrato un mega-Nerone (così battezzato al volo, per completare la famiglia di gatti neri che ci ha adottato, circa 200 metri più in basso di qui!) che, nonostante non ci abbia mai visto, si è dimostrato subito molto coccoloso, niente a che vedere con quei selvatici che bussano ogni giorno alla nostra porta, serviti e riveriti senza contraccambiare in modo alcuno. Beh, che dire, la serata non è delle più limpide, c’è foschia e molta umidità, probabilmente non vedremo nulla. Ma ci sono i grilli, si sentono rumori, cinghiali, caprioli, civette e misteriosi denti che rosicchiano poco sotto tra gli alberi, c’è il gattone e le luci della costa tra un cielo e un mare via via più scuri, e le lucciole, piccole e fatate comete e stelle cadenti del bosco. In fondo i sogni sono anche questo, un’attesa continua di qualcosa di bello che desideriamo tanto, senza avere la certezza che arriverà. Per non dimenticarci mai di mettere da parte il quotidiano, le ansie, i problemi, cercando di sviluppare la nostra capacità di guardare e cercare solo il bello che c’è nelle piccole cose intorno a noi.

Please follow and like us:

0 Comments

Leave a Comment